Vai al contenuto

Cambiamo il mondo insieme | Cosa faccio io

La rivoluzione umana di un singolo individuo contribuirà al cambiamento nel destino di una nazione e condurrà infine a un cambiamento nel destino di tutta l’umanità.

Daisaku Ikeda

Credo fortemente nel potere dell’azione individuale come causa per costruire insieme una società diversa come credo nel potere dell’offerta. Cambiare il mondo non vuol dire diventare esseri sovrannaturali o compiere chissà quali azioni mirabolanti, piuttosto significa agire partendo da dove siamo, ogni giorno al meglio di noi stessз, mettendo a disposizione ciò che abbiamo, vogliamo e possiamo.

Quello che faccio io per cercare di rendere il mondo un posto migliore è mettere a disposizione formazione ad offerta libera: condivido quello che so (e che imparerò) con chiunque me lo chieda, con chi ne ha bisogno, con chi vuole esplorare e approfondire una materia in particolare (l’elenco degli argomenti è qui).

Trasmetto e condivido attraverso uno scambio continuo, parto sempre dal presupposto ignorante, so di non sapere come diceva Socrate (insegnamento ancora attuale e più che mai necessario) e vivo la conoscenza come un divenire continuo: da ogni persona e situazione c’è sempre qualcosa da imparare.

La scelta dell’offerta libera è il mio modo di contribuire a costruire una società equa, creativa e non violenta: so cosa vuol dire voler frequentare un corso e non poterselo permettere, so bene come a volte diventa un circolo vizioso tra il cercare di migliorarsi per avere un lavoro migliore e il non guadagnare abbastanza per poter specializzarsi e per poter migliorare lavorativamente (e non solo).

Quel che offro è un tipo di formazione volutamente pratica, finalizzata a trovare soluzioni concrete arrivando alla fine con la consapevolezza di avere una via tangibile da percorrere. Si può svolgere online o in presenza e si possono personalizzare argomenti, date e orari.

Di seguito trovi tutti i dettagli e le risposte ad un po’ di dubbi che potrebbero sorgerti mentre leggi. Il testo che segue è lungo e articolato perché ho cercato di essere il più chiara possibile, sperando di esserci riuscita ti invito a leggere con attenzione e per qualsiasi domanda non esitare a contattarmi. Puoi utilizzare l’indice dei contenuti per ritrovare quando vuoi il punto che ti interessa, puoi ritornare all’indice cliccando sulla scritta Torna all’indice dei contenuti oppure con la freccia che compare in basso a destra.

Come iscriversi

Inizio dal punto più importante, ossia come iscriversi. Quellз bravз qui mettono pulsanti vari per prenotare call e simili: alza il telefono e scrivimi, è più veloce e pratico e non hai nulla da perdere.

Dobbiamo conoscerci e farci una chiacchierata, mandami un messaggio su Whatsapp o Telegram per decidere quando sentirsi al telefono o vedersi in call: capire i tuoi obiettivi è l’elemento chiave per costruire il percorso più adatto, renderlo il più concreto possibile e capire se sono la persona giusta per te.

La chiacchierata conoscitiva è gratuita e non vincolante.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

Tipo di formazione

Online

Come dice la parola stessa, si svolge online, dal vivo, non c’è nulla di pre-registrato. Le modalità tecniche si scelgono di volta in volta a seconda di cosa è più comodo (Whatsapp, Meet, Zoom, Skype, quello che preferisci…).

La durata è di circa un’ora e mezza, ma non mi stopperò improvvisamente allo scadere del tempo, non sono così fiscale. Gli argomenti sono tutti quelli elencati di seguito e, anticipo, se ti viene in mente altro sono a disposizione.

La formazione è individuale, ma è possibile frequentare in gruppo formato direttamente daз partecipantз, massimo 5 persone.

Offerta libera significa che pagherai quando vorrai (prima o dopo) e con l’importo che sceglierai liberamente, oppure non lo pagherai affatto. Non c’è un minimo per l’offerta, né una tempistica. Modalità valida sia in caso di formazione individuale che di gruppo.

In presenza

Lo ammetto, è quella che preferisco, la più divertente e stimolante: oltre a trasmettere quel che so, imparo anche tanto.

La formazione in presenza si svolge a Sarzana (dove abito) o zone limitrofe e può essere scelta per qualsiasi argomento, ma va da sé che è un investimento economico per chi si sposta e va ragionato: può non avere senso fare in presenza ciò che fortunatamente oggi si può fare online, anche se esistono sempre le eccezioni.

La formazione è individuale, ma è possibile frequentare in gruppo formato direttamente daз partecipantз, massimo 5 persone.

In questo caso è necessario fare l’offerta prima ed è previsto un minimo di partenza di € 60. Modalità valida sia in caso di formazione individuale che di gruppo.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

La sostenibilità non è esclusivamente o anche solo principalmente una questione ambientale. (…) Riguarda fondamentalmente il modo in cui scegliamo di vivere la nostra vita, con la consapevolezza che tutto quello che facciamo ha conseguenze per i sette miliardi di noi viventi di oggi così come per gli altri milioni che seguiranno nei secoli a venire.

Helen Clark (politica neo-zeolandese, amministratrice del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite fino al 2017, in uno dei suoi discorsi sul significato della Conferenza Rio+20, giugno 2012)

Quali sono gli argomenti

L’argomento lo decidi tu scegliendo tra tutte le mie competenze. Di seguito elenco quelle che mi sono venute in mente e non in ordine di importanza.

Non devi per forza scegliere gli argomenti in gruppo per come li ho elencati, sono le mie associazioni mentali, le tue potrebbero essere diverse. Sono un po’ ripetitiva ma è necessario: la chiacchierata conoscitiva serve anche a questo, a concentrarci sugli argomenti giusti che ti sono utili per raggiungere i tuoi obiettivi.

Inoltre se, leggendo questo Blog o ascoltando il Podcast, pensi che possa esserti di aiuto in qualche altro modo non esitare a chiedere. Non è un modo di dire, è l’essenza stessa di questa formazione: se pensi che posso esserti di aiuto in un modo che non ho previsto nella stesura di questa pagina, chiedi, come detto non hai nulla da perdere e potrebbe rivelarsi un’esperienza interessante per entrambз.

Bicicletta

Da come scegliere la bici giusta al viaggiare in bici e aggiustarla, da come superare la paura di pedalare in città a come si organizza un cicloviaggio: sono ciclista urbana e sono stata ciclomeccanica professionista, gli esempi che hai appena letto sono una parte delle esperienze che ho fatto in prima persona e per cui molto spesso me la sono dovuta arrangiare da sola. La mia esperienza è al tuo servizio.

COME APRIRE E GESTIRE UNA CICLOFFICINA

O più in generale un’attività. Come detto sopra sono stata una ciclomeccanica professionista, ho aperto la mia ciclofficina a Genova a fine 2018, l’ho chiusa a inizio 2023 perché mi sono trasferita. In merito a questo argomento ho scritto questo corposo articolo, non aggiornato ma comunque piuttosto completo.

La prima attività l’ho aperta a 20 anni nella più totale inesperienza, lavoravo in campo grafico e non sono mancati gli errori di gestione. Dagli errori si impara moltissimo. Anche in questo caso la mia esperienza è al tuo servizio.

Blogging, comunicazione e seo

In realtà sono tutti argomenti diversi, li ho raggruppati perché, a mio avviso, se vuoi fare blogging non puoi prescindere dagli altri due a meno di non avere i capitali da investire per delegare parte del lavoro.

Personalmente ho voluto imparare tutto, da cos’è WordPress a come funziona il web e il marketing, che cosa è la seo, ma anche come organizzarsi nella quotidianità per non abbandonare il proprio blog alle prime difficoltà. Non mi ritengo esperta in materia, più un’appassionata: ho aperto il mio primo blog all’epoca di Splinder (chissà se sai cos’è) e non ho più smesso. Anche in questo caso devo molto agli errori fatti.

Podcasting

Mentre scrivo questa pagina il mio è ancora all’aria. Nonostante (grazie a) questo posso condividere molto sull’argomento e più in generale sul concetto di progettualità: cosa valutare prima di partire con un progetto, come partire, come non perdersi per strada.

Organizzazione

È stata la diagnosi di Adhd (arrivata ben dopo i 40 anni) ad insegnarmi come organizzarmi, perché ho capito come funziono. Più che il mio metodo condivido il modo per trovare una propria organizzazione, al di là degli strumenti di per sé. Il mio punto di vista è che per organizzarsi bene bisogna conoscersi molto bene, diventa un viaggio dentro sé stessз e non la caccia all’app perfetta da utilizzare.

Formazione autodidatta

Tutto è iniziato quando una mia amica mi ha chiesto Secondo te cosa posso studiare per approfondire questo argomento? Non sempre si hanno i fondi per i corsi (motivo per cui ho creato questo tipo di formazione) ed anche quando non è questione di soldi, molto spesso a seconda della materia è difficile orientarsi. In quella occasione ho risposto creando una lista di circa 50 libri e qualche sito online (lo specifico per eccesso di trasparenza: non c’è nessun programma affiliazione dietro).

Dalle risposte ricevute in seguito credo di aver messo insieme la lista giusta e, a proposito di formazione e scambio, nel fare questo lavoro io stessa ho trovato un sacco di nuove fonti interessanti.

CICLOMECCANICA

Quando parlo di formazione in ciclomeccanica intendo tutto quello che ti viene in mente quando pensi alla meccanica di una bicicletta: dalla sostituzione copertoni e camera d’aria alla regolazione del cambio o dei freni, passando per mozzi, serie sterzo e movimenti centrali. Gli argomenti in merito sono molti e non farò un elenco dettagliato per ogni componente: la cosa più importante da ricordare è che il mio scopo è trasmettere oltre ai concetti meccanici di base, un metodo per essere indipendenti nella gestione del problema, qualsiasi esso sia al di là del modello specifico di bici.

Inoltre non insegno quello che non so e la chiacchierata conoscitiva è utile anche per valutare se ciò che ti interessa rientra nelle mie competenze e se ho un’adeguata padronanza in merito a ciò che cerchi lo scopriremo insieme.

Vista la particolarità dell’argomento è necessario fare una distinzione:

  • formazione online: sarà possibile fare solo consulenze mirate su problemi meccanici specifici. Parlerò chiaro come sempre: è inutile scegliere questa tipologia senza la preparazione di base necessaria, il risultato sarà buttare via tempo;
  • formazione in presenza: credo sia imprescindibile un corso in presenza se si parte da zero e si vuole imparare a mettere mano alla propria bici in autonomia, a maggior ragione se pensi di farne un vero e proprio lavoro. La formazione si svolge presso la mia ciclofficina personale, a Sarzana, metto a disposizione tutta la mia attrezzatura e nel caso anche la bicicletta su cui fare pratica. È possibile anche lavorare direttamente sul proprio mezzo in modo da unire la formazione ad un vero e proprio tagliando della bici.
Altro

Sono vegetariana, buddista, gattara, creativa digitale, credo nel potere della causa, nella forza del cambiamento e nel seminare felicità, se leggendomi hai pensato che posso esserti di aiuto in qualche altro modo non esitare. Lo so l’ho già scritto qui sopra ma ci tengo particolarmente a questo punto: è complicato avere una visione chiara e completa di sé stessə, ho cambiato diversi lavori, ho fatto diverse esperienze e, come detto, un sacco di errori. Potresti vedere un aspetto di me che neanche io vedo, quell’aspetto che sai che potrebbe aiutarti. Non esitare a chiedere, non hai nulla da perdere: da ogni scambio e condivisione si impara sempre qualcosa di nuovo.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

Come fare l’offerta libera

Tutte le modalità per l’offerta libera le trovi alla pagina Cosa puoi fare tu alla sezione Dona quanto puoi: scegli quella che preferisci tra offrirmi un caffè una tantum, sottoscrivere una donazione ricorrente o regalarmi un libro. Ricordo che:

  • per la formazione online fai l’offerta quando vuoi (prima o dopo) e con l’importo che sceglierai liberamente, non è previsto né un minimo né una tempistica;
  • per la formazione in presenza è necessario fare l’offerta prima ed è previsto un minimo di partenza di € 60.

Per tutti gli altri dubbi in merito al pagare con offerta libera ti rimando qui.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

Alcune regole

Non amo la parola regola e neanche i vari sinonimi, la realtà è che non mi piace sembrare rigida ma offrendo tempo, la risorsa più limitata che abbiamo, e competenze ad offerta libera un minimo di regole servono:

  • Il rispetto reciproco non è un’opzione: sembra banale dirlo ma ritengo necessario non darlo per scontato.
  • La chiacchierata conoscitiva è obbligatoria: senza è impossibile strutturare la formazione e capire se possiamo lavorare insieme in un clima di reciproco rispetto e crescita.
  • Per favore non annullare gli impegni presi all’ultimo minuto (salvo reali emergenze), in nome della regola numero uno, il rispetto.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

Rispondo ai dubbi

Bene, se sei arrivatə a leggere fin qui sono quasi certa che la tua mente abbia partorito non poche obiezioni a quest’idea di formazione ad offerta libera. Provo a rispondere, se ne hai altri mandami un’email oppure scrivimi su Telegram o Whatsapp.

Pagare ad offerta libera è difficile

Serve profonda consapevolezza per pagare con questa modalità, se poi non è indicata alcuna condizione non si sa mai quanto dare né quando: Pago prima o dopo il corso? E se poi ho dato poco? E se alla fine del corso mi rendo conto che ho offerto tanto? 

Serve una profonda connessione con sé stessз e, come sempre, parlo per esperienza diretta: non siamo più abituatз a metterci in ascolto, seguire l’istinto e agire (che non vuol dire essere impulsivз). Un aspetto da considerare è che non c’è limite al numero di offerte: ad esempio se finito il corso valuterai che quel che hai dato non è proporzionale rispetto al valore ricevuto, puoi sempre ripetere l’offerta, assecondando la tua propria consapevolezza, senza alcun vincolo.

(Potrà sembrarti strano ma il neuromarketing insegna proprio che in realtà noi prendiamo le decisioni sulla base delle emozioni ed usiamo la ragione per confermarci di aver fatto la scelta giusta. Potrebbe diventare argomento di formazione se ti interessa, sarebbe uno scambio molto interessante.)

Perché la chiacchierata conoscitiva è obbligatoria?

La formazione ad offerta libera è costruita sulla persona, non c’è niente di pre-registrato o pre-confezionato. Come per qualsiasi progetto nella vita, gli obiettivi sono imprescindibili dal percorso e nessuna meta si può raggiungere senza aver chiaro il punto di partenza. Mi serve per capire se ho realmente i mezzi e le competenze per realizzare il percorso che ti aspetti e per affrontare ogni possibile dubbio in merito alla tua formazione. Ti ricordo che la chiacchierata conoscitiva è gratuita e non vincolante.

Perché c’è un minimo per la formazione in presenza?

Perché offrire vuol dire dare senza svuotarsi, sostenere chi hai intorno senza rimanere privз di energie cercando un modo sostenibile: questo modo è personale ed unico per ognunə di noi. Lavorare ad offerta libera è il mio per contribuire a costruire una società equa, creativa e non violenta, ed è importante che mi tuteli per continuare la mia strada senza svuotarmi inutilmente.

Dove è la fregatura

Se pensi che dietro questa mia offerta ci sia una fregatura non ho parole per convincerti del contrario, perché in tutta sincerità non mi interessa farlo. Ho realmente deciso di realizzare ogni giorno una società equa, creativa e non violenta e per riuscirci è importante cambiare le azioni a monte e pensare in modo diverso.

Condividere è la mia essenza, sceglierlo di farlo ad offerta libera mi permette di raccogliere un po’ di risorse per continuare ad alimentare questo viaggio e, come detto sopra, dare senza svuotarmi inutilmente.

Anche ammesso che non c’è la fregatura, sarà una formazione inutile

Se ti aspetti uno di quei corsi con attestato finale, certificazione riconosciuta e simili, non sei nel posto giusto. Ma certificazione e utilità sono due cose diverse.

Quanto è utile un percorso formativo è un rischio al di là che sia ad offerta libera o meno. In passato ne ho fatti diversi, anche pagati salati, che a distanza di tempo si sono rivelati molto meno utili di quello che sembravano. Quindi questa è una risposta che potrai darti solo tu dopo aver fatto esperienza e messo in pratica quello che avrai imparato.

Se è ad offerta libera non ci si può lamentare dopo

Si potrebbe aprire una lunga discussione su quanto sia poco utile lamentarsi di per sé ed invece sia molto più utile una critica costruttiva (espressa educatamente).

Ecco, se la formazione non sarà di tuo gradimento e non risponderà alle tue aspettative per qualsiasi motivo vorrei proprio saperlo: sono convinta che solo nel confronto si possa crescere e migliorare, anche quando confrontarsi è fastidioso (le critiche solleticano sempre un po’ l’ego e non è mai facile affrontarle).

Se fossi competente mi farei pagare e basta

Posto che sicuramente esistono persone più competenti di me, qui si entra nel territorio del pregiudizio e del senso del valore. Ciò che pago ha valore a prescindere, mentre se non pago o c’è la fregatura o non vale. A parte che non si parla di corsi gratuiti ma ad offerta libera e torniamo al primo punto di questo lungo elenco, ossia la consapevolezza e, di conseguenza, l’onestà con sé stessз e le altre persone. Inoltre come detto poco sopra, il valore di un percorso formativo non è direttamente proporzionale al suo prezzo.

Per quanto riguarda il decidere a prescindere se una persona vale o meno in base al suo tariffario, sinceramente non ho molte parole per rispondere, perché ritengo che il valore di una persona vada molto oltre le proprietà materiali e il fatturato. Ultimo ma non ultimo: offro quello che ho a chi ne ha bisogno, questo è il mio modo per contribuire a costruire una società diversa, ponendo cause diverse e cercando di alimentare un modo di pensare diverso.

“Un corso ad offerta libera è accessibile a chiunque ed io non sono chiunque.”

Come tutte le altre obiezioni che hai letto finora, anche questa mi è stata detta realmente.

Il desiderio è proprio questo: creare un tipo di formazione accessibile a più persone possibili.

Non faccio alcun tipo di distinzione ed ogni mia azione mira ad abbattere il classismo e le discriminazioni, mira a sostenere, aiutare, incoraggiare chiunque ne abbia bisogno. Potrei anche fare un discorso su come sia una tecnica del marketing creare il senso di urgenza e di esclusivo con l’unico scopo di vendere, ma io non vendo nulla quindi questa parte te la risparmio.

Torna alL’INDICE DEI CONTENUTI

L’immagine utilizzata per questo articolo è un mio quadro, se sei curiosə puoi fare un giro qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *